Date sent:
From:
 
Organization:
To:
Subject:
Tue, 05 Jun 2001 17:47:44 +0200
Michele Dimauro
m.dimauro@area-segr-studenti.uniba.it
Universita' degli studi Bari
huib@viva-lancia.com
Restauro di una Lancia Fulvia
        

Clicka sulle photo











 

Caro Huib,

Le invio volentieri alcune foto che documentano alcuni momenti del laborioso restauro della mia Lancia Fulvia I serie del '63, nella speranza di poterle vedere sul sito a testimonianza di quello che non considero un semplice lavoro ma una vera e propria impresa!!

Spero che la pazienza e la fatica spesi durante il duro lavoro, rapportati al risultato finale, che quello che poi conta, invoglino gli appassionati al restauro di queste spendide vetture e non alla loro demolizione come spesso ancora accade di vedere in Italia.

La vettura, prima del restauro, presentava i soliti problemi di corrosione, passante e perforante, sui parafanghi anteriori e posteriori, sugli sportelli (quelli anteriori non erano pi riparabili), sul cofano posteriore e sull'alloggiamento del lunotto posteriore. Inoltre il pianale anteriore era completamente devastato dalla ruggine. Tutte le parti corrose sono state tagliate e rifatte secondo la vecchia tecnica, sagomando a martello fogli di lamiera, mentre il fondo anteriore, che si compone di 2 pezzi, stato acquistato nuovo e saldato.

In prevalenza, dove possibile, stata utilizzata la saldatrice a cannello, sigillando con mastice tutte le giunture tra le lamiere saldate.

La preparazione delle superfici stata quella forse pi laboriosa, dal momento che, come si vede nelle foto, gli interventi di riparazione sono stati piuttosto estesi e consistenti. Lo stucco stato usato il minimo indispensabile, mentre sono stati utilizzati due diversi tipi di fondo vernice, con carteggiatura finale.

Infine la vernice. Dopo lunghe e pazienti ricerche, ho scelto il Blu Lancia codice Lechler 121, rifinito a mano con carta 1500 umida, per eliminare tracce di "buccia d'arancia" e con polish, prima a tampone poi a mano....

Tutte le guarnizioni sono state sostituite, la tappezzeria rifatta a nuovo nel colore grigio, come l'originale.

Per concludere, desidero ringraziare vivamente il Sig. Andrea Nistri e il Sig. Enrico Barlaam, titolare della Cavalitto S.a.S di Torino, per tutti i consigli frutto della loro esperienza e della loro inesauribile passione, nonch i Sigg. Michele e Angelo della Carrozzeria 2000 di Bari che hanno trascorso 2 mesi a tagliare, saldare, stuccare e carteggiare (nonch a sopportare il sottoscritto)!!!!

P.S: se volete un consiglio, restaurate per passione!!! Non cadete nella logica matematica del costo dell'impresa rapportata al valore del mezzo, le passioni non hanno prezzo!!!

Un saluto a tutti i lancisti da Michele.

La mia lettera di 20 dec 2000: Italiano - English

 

 

To Fulvia home page

To home page of Viva Lancia